Sicurezza alla guida, parte la campagna di prevenzione #occhioallastrada

Lo porti in auto con te, a letto con te. Insieme fate lunghe passeggiate, al parco o in riva al mare. Ormai siete diventati inseparabili. Di chi sto parlando? Del miglior amico dell’uomo: lo smartphone. Il telefono ci accompagna dalla prima sveglia del mattino allo spegnersi della bachure la sera. Ci aiuta a trovare (quasi) sempre la strada giusta, a scattare ricordi indelebili ed a sognare sulle note della nostra canzone preferita. Il problema sorge nel momento in cui la connessione è costante, presente in ogni situazione, sia che camminiamo o che siamo in bicicletta o al volante. Sempre più frequenti sono gli incidenti dovuti all’utilizzo del nostro smartphone.

Ed è proprio sulla tematica dell’attenzione alla strada, che Maxibon ha deciso di sensibilizzare i giovani attraverso la campagna #occhioallastrada. Una campagna che ha lo scopo di far luce su una problematica che ogni giorno mette in pericolo di vita migliaia di persone. L’iniziativa è stata presentata all’Aquafan di Riccione ed è stata supportata da un video realizzato dai Creators Vegas e Surreal Power dei Mates, presentatori di Maxituber. Nel video i due youtuber descrivono una serie di situazioni della quotidianità nelle quali lo smartphone mette a rischio la sicurezza di chi lo usa. Il video verrò condiviso sui social di Maxibon e sarà lo strumento attraverso il quale verrà lanciato un forte messaggio ai giovani: “Occhio alla strada e non al cellulare”. Cosi Gustavo Stante, direttore Marketing di Maxibon e promotore dell’iniziativa, afferma “Da sempre Maxibon è sinonimo di estate e di divertimento per i più giovani – Abbiamo scelto dei Creators per affrontare una tematica così delicata perché rappresentano le figure più adatte per far comprendere a pieno ai giovani questa problematica e allo stesso tempo sono in grado di poter raggiungere un pubblico più ampio attraverso la viralità della rete. La sicurezza sulle strade è fondamentale e lo smartphone deve essere usato consapevolmente per evitare di correre inutili rischi per sé e per gli altri”.

Alla presentazione ufficiale erano presenti anche Renata Tosi, sindaco di Riccione, e il dott. Angelo Frugieri, dirigente sezione Polizia Stradale di Rimini e Vice Questore aggiunto. “Gli incidenti stradali costituiscono nel nostro Paese un rilevante problema di sanità pubblica – rivela il Dirigente della Sezione Polizia Stradale di Rimini, il Vice Questore Aggiunto Angelo Frugieri – Queste tragedie rappresentano la prima causa di morte tra i giovani, con un picco tra i 14 ed i 29 anni. Trattare la sicurezza stradale significa occuparsi di una cultura da costruire, soprattutto in Italia, dove ogni anno i morti sulle strade sono più di 3mila”.

#occhioallastrada mira a sensibilizzare i giovani su un problema che purtroppo è all’ordine del giorno e che ha già portato a numerose sanzioni, oltre che a numerosi incidenti. Basti pensare che leggere un messaggio su WhatsApp richiede in media 8 secondi, il che significa che procedendo a 50 km/h per circa 100 metri si è completamente distratti. Una distanza che seppur breve può essere fatale per noi e per gli altri. Risulta quindi necessario ridimensionare il rapporto col nostro smartphone. Il nostro fedele compagno di avventure continuerà a tornarci utile in molteplici situazioni, ma dovremo essere noi per primi a venirci in contro spegnendolo prima di metterci a bordo di un qualsiasi veicolo o ricordandoci di utilizzarlo solo a motore spento. Piccole ma importanti attenzioni che ci permetteranno di raggiungere in completa sicurezza la nostra spiaggia preferita, dove potremo finalmente passare del tempo in compagnia del nostro migliore amico.

Postato il 26 luglio

Compila i campi per ricevere maggiori informazioni e per rimanere aggiornato con le nostre promozioni

I campi contrassegnati con * sono obbligatori.

informativa sulla privacy
Condividi